Abercrombie and Fitch a New York

Abercrombie & Fitch a New York
Il teenager ribelle nell’industria dell’abbigliamento made in USA

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare di Abercrombie & Fitch di New York. Se l’avete alzata, non vi preoccupate, ne sentirete parlare molto presto, dato che la catena di abbigliamento ha deciso di sbarcare in Italia (più precisamente a Milano) per soddisfare i desideri di giovani e non.
Nata nel 1892 su idea di David Abercrombie, a cui si è presto aggiunta Ezra Fitch nel 1900, la compagnia oggi conosciuta per il suo stile tipicamente da college americano, che tanto ci ricorda i nuovi telefilm che fanno gioire i giovani e rabbrividire i genitori, spopola negli Stati Uniti, ed è la meta preferita di giovani e meno giovani italiani.


View Larger Map

Lo sapevi che…

Abercrombie & Fitch ha un passato tutt’altro che ridente e gioioso: nonostante il successo indiscutibile delle collezioni, le pratiche di marketing e di promozione sono state non proprio ortodosse, a partire dal lancio della rivista semiscandalistica A&F Quarterly. Il periodico, lanciato nel 1997, aveva come scopo quello di promuovere la marca e uno stile di vita “casual luxury”, attraverso articoli e immagini che fossero in grado di attrarre il pubblico dei teen. Con questo obiettivo in mente dunque il team marketing di A&F ha assoldato alcuni degli artisti più eminenti e controversi degli ultimi anni del secolo scorso per creare un prodotto che posizionasse il brand come sexy, giovane, liberale ed estremamente irresistibile.
Il neonato “maglog” (un mix tra le parole magazine e catalog), ha subito acceso mille polemiche in tutti i rinomatamente bacchettoni Stati Uniti per i suoi contenuti scandalistici che presentavano oltre a foto di teenager nudi o seminudi in posizioni che lasciavano ben poco all’immaginazione, anche una serie di articoli che davano consigli ora sul sesso a tre, ora sul sesso orale, ora su giochi alcolici (con tanto di ricette per cocktail fantasiosi) con cui cimentarsi nelle notti insonni al campus. Piccante e pepata la rivista ha ovviamente accolto il consenso di milioni di teenager americani.

Il periodico è stato ritirato nel 2003 dal mercato per contenuti altamente controversi ed è stato rilanciato nell’aprile del 2008 sotto forma più di catalogo che di rivista (il prezzo si aggira attorno ai $100!) nello store di Londra – dato che, si sa, noi europei siamo più propensi a contenuti particolarmente libertini.

Nonostante ciò, Abercrombie & Fitch non ha fatto parlare di sé solo per la rivista: le politiche di assunzione ad esempio, discriminano tutti i brutti anatroccoli, dato che i “rappresentanti di brand”, così sono chiamati i commessi, devono essere bellissimi, magri, alti, muscolosi i ragazzi e con seno di taglia media per le ragazze. Ovviamente devono vestire solo A&F – quando sono vestiti, perché…ebbene sì, nel negozio su Fifth Avenue aspettatevi di trovare il principe azzurro, solo due taglie più grosso e con gli addominali a tartaruga belli in vista. Per le ultime vicende legali di Abercrombie leggete questo articolo  tratto da Il Corriere della Sera.

I Prezzi

I prezzi sono medio elevati per la qualità offerta – si parte da $25/30 dollari per una semplice maglietta, fino ai $90/100 per una delle felpe col cappuccio che tanto piacciono a noi italiani. Forse è per questo che, nella situazione economica in cui si trova ora l’America, i profitti di Abercrombie stanno iniziando a precipitare – d’altronde, in periodi di magra i giovani preferiscono spendere la loro paghetta comprando tre paia di jeans da H&M piuttosto che un solo paio della marca dell’alce (nonostante il modello che li indossa sia molto più attraente).

Consigli per gli Acquisti

In Manhattan ci sono due flagship store (letteralmente: negozi di bandiera, ovvero che vendono solo quella marca e ne incarnano perfettamente l’ideale di consumatore): uno è su Fifth Avenue (720 Fifth Avenue, tra 57th e 58th Street) e l’altro è a South Street Seaport (199 Water Street), nel mezzo di un centro commerciale all’aperto in adiacenza dell’East River.

Sebbene una visita al negozio su Fifth Avenue meriti il viaggio per l’esperienza – vi sembrerà di entrare in una mansione coloniale nel bel mezzo della giungla, con musica a tutto volume, commessi seminudi che ballano e che vi spruzzano addosso il loro ultimo profumo da capogiro (o da mal di testa se state nel negozio per più di dieci minuti), il tutto diluito su quattro piani super affollati e bui – vi consigliamo di fare acquisti nel più tranquillo e soprattutto più illuminato store di South Street Seaport. Quest’ultimo infatti, oltre ad essere lontanamente simile ad un negozio normale, ha anche più scelta e soprattutto molti bellissimi capi in saldo al secondo piano – e inoltre, al contrario del più pretenzioso store sulla Fifth, non vi capiterà di uscire di qui felici di aver comprato una stupenda maglietta verde smeraldo, colore che fa risaltare i vostri occhi…e scoprire dopo due passi che in realtà è gialla.

13 Comments on Abercrombie and Fitch a New York

  1. bianca
    2 settembre 2011 at 16:15 (3 anni ago)

    volevo chiedere,ma le borse classiche blu con l’etichetta in cuoio all’esterno quanto costano a new york ?

  2. iNewYork.it
    11 settembre 2011 at 16:22 (3 anni ago)

    Ciao Bianca, per la classica siamo sui $55-$60.

  3. Nichoals
    20 novembre 2011 at 12:57 (3 anni ago)

    volevo sapere: quanto costano le braghe della tuta? grazie…

  4. Gianluca
    21 novembre 2011 at 08:08 (3 anni ago)

    ….vai sul sito….ci sono tutti i prezzi!

  5. Nichoals
    21 novembre 2011 at 13:08 (3 anni ago)

    Sfortunatamente quando entro nel sito ufficiale mi compaiono i prezzi in euro, quelli del negozio di Milano, mi interessavano invece quelli ke si trovano nel Abercrombie di New York

  6. ignaz
    28 novembre 2011 at 16:51 (3 anni ago)

    esatto mettono i prezzi in euro purtroppo.. volevo sapere grossomodo i prezzi in dollari!

  7. iNewYork.it
    29 novembre 2011 at 23:47 (3 anni ago)

    I prezzi sono medio elevati per la qualità offerta – si parte da $25/30 dollari per una semplice maglietta, fino ai $90/100 per una delle felpe col cappuccio che tanto piacciono a noi italiani. Forse è per questo che, nella situazione economica in cui si trova ora l’America, i profitti di Abercrombie stanno iniziando a precipitare – d’altronde, in periodi di magra i giovani preferiscono spendere la loro paghetta comprando tre paia di jeans da H&M piuttosto che un solo paio della marca dell’alce (nonostante il modello che li indossa sia molto più attraente).

  8. fio
    8 marzo 2012 at 18:35 (3 anni ago)

    ciao, sapete qual è il profumo che inonda lo store sulla 5th? ci sono stata a gennaio e adesso vorrei acquistarlo on line! grazie!

  9. anna
    11 gennaio 2013 at 11:38 (2 anni ago)

    mi potete dire il sito ufficiale (se esiste) dell’Abercrombie perche vorrei comprare dei vestiti a new york e vorrei sapere i prezzi

  10. Cristina Asberto
    16 aprile 2014 at 08:43 (5 mesi ago)

    Ma in entrambi i negozi ci sono gli articoli per i bambini

  11. delia
    10 maggio 2014 at 17:53 (4 mesi ago)

    i prezzi sono molto alti ma la qualità bassa…
    Si paga solo il marchio!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>