Altra puntata dell’annosa lotta tra uomo e bedbugs. Questa volta l’esperto Franco Casini, entomologo e disinfestatore di Milano, risponde alle nostre e vostre domande, per essere piu’ preparati nel caso ci trovassimo faccia a faccia con questi insettini fastidiosi.

Nome: Franco Casini
Residenza: Milano
Lavoro: Disinfestatore, titolare di Pest2000

E’ mai stato a New York?
No, viaggio assai poco, più che altro per estrema mancanza di tempo.

E’ a conoscenza del problema dei bedbugs a NYC?
Assolutamente sì… frequento regolarmente diversi blog USA dedicati all’argomento, tra i quali anche “New york vs. Bedbugs”.

In Italia le infestazioni da bedbugs sono frequenti?
Di nuovo, assolutamente sì, e assai più di quanto si possa pensare. Negli ultimi due anni, in particolare, si è assistito ad una vera e propria “esplosione” del fenomeno, soprattutto nelle grandi città, ma non solo…

Come fare a determinare la presenza o meno dei bedbugs?
Esaminando attentamente materasso, struttura del letto e immediati dintorni alla ricerca di esemplari, uova e altre tracce (escrementi, residui di muta, etc.).
Recentemente sono stati introdotti in commercio alcuni modelli di trappole (importati da USA e UK) che sembrano ottenere buoni risultati nel segnalare precocemente la presenza di questi insetti in un ambiente.

Ha mai trovato bedbugs nella sua camera d’albergo?
No, ma in compenso negli ultimi 5 anni ho avuto modo di seguire parecchi casi di infestazioni, anche gravi, in ambito alberghiero.

Se un turista in visita a New York, dovesse trovarne nella sua camera d’albergo o appartamento, come dovrebbe comportarsi?
Segnalare immediatamente la cosa alla direzione dell’albergo o al landlord dell’abitazione, e chiedere immediatamente una sistemazione alternativa. Al rientro a casa, prendere tutte le precauzioni necessarie (lavaggio a 60°C dei capi di vestiario, bonifica dei bagagli con vapore) per evitare di introdurre accidentalmente qualche esemplare. Controllare attentamente letto e materasso una volta alla settimana per un mese o due almeno.

Quali comportamenti sono consigliati evitare per prevenire la probabilita’ di infestazioni?
Imparare a riconoscere le cimici e i segni della loro presenza.
Controllare, per quanto possibile che gli ambienti che si frequentano (strutture di accoglienza, mezzi di trasporto) non siano infestati. E in ogni caso non appoggiare mai bagagli e vestiti sul letto.
Controllare e ispezionare attentamente strutture dei letti e materassi della propria abitazione almeno mensilmente, e a maggior ragione se si ritiene di frequentare ambienti a rischio.

Letture estive consigliate dall’esperto: Il blog USA Bedbugger.com, dove si ritrovano spesso a discutere i massimi “esperti” di tutto il mondo, e il sito del Dr. David Cain, titolare di Bedbugs Limited (UK).

Grazie mille al nostro esperto!

Altri Articoli:


Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /web/htdocs/www.inewyork.it/home/wordpress/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273