Se e’ vero che i francesi sono nostri cugini, allora papa’ e zio devono aver litigato” — cosi’ recitava una delle vignette di uno dei tanti diari che avevo quando ero adolescente. E, se da piccola non ne capivo esattamente il significato, diventata adulta ho iniziato a comprendere e vivere sulla mia pelle lo stereotipo nostrano che ci vede sempre in combutta con i nostri cugini transalpini. Loro fanno il vino buono? Il nostro e’ piu’ buono! Loro costruiscono macchine carine? Ma le nostre sono piu’ belle. I loro formaggi sono i piu’ buoni del mondo? Solo perche’ non hanno mai assaggiato il gorgonzola.

Sara’ la troppa vicinanza? Sara’ l’accento un po’ snob dei cugini d’oltralpe? Sta di fatto che tra italiani e francesi (soprattutto dopo il Mondiale 2006) non scorre certo buon sangue. E questo odio profondo sembra avere radici che nemmeno noi sappiamo spiegare — tanto e’ vero che ho conosciuto parigini simpaticissimi con cui ho passato bellissimi momenti, ma ancora cado nel pensiero stereotipato del: “Be’, noi saremo usciti subito dal Mondiale 2010, ma anche i francesi!”

E la cosa piu’ buffa e’ che, vivendo a New York, ho scoperto un qualcosa di molto interessante: non siamo gli unici ad avere sentimenti contrastanti sui francesi. Anzi. Direi che, se c’e’ un elemento che tutti i popoli di tutte le nazioni e continenti hanno in comune, quello e’ l’odio per gli abitanti della Ville Lumiere.

Nonostante cio’, pero’, l’intera citta’ di New York si sta gia’ preparando per festeggiare, Domenica 11 Luglio, l’anniversario della presa della Bastiglia. A partire dalle 12, fino alle 6, infatti, doveste capitare tra la 60esima strada, tra Fifth e Lexingon Avenue, vi imbatterete in concerti di musica francese, deliziosi piattini da bistrot, giochi di bocce per bambini e mercatini artigianali, il tutto per festeggiare il 14 Luglio. Addirittura al FIAF (French Institute Alliance Française), vi offriranno assaggi di vino e formaggi a prezzi irrisori ($8-$15). La fiera prevede anche uno show di ballerine di Cancan, un’esibizione di auto Citroën (inclusa la 2CV!), e una lotteria dove si avra’ la possibilita’ di vincere un viaggio all-inclusive per tre notti a Parigi per due persone.

Morale della favola: i francesi non ci stanno simpatici per niente, ma dateci un pezzo di Brie su una baguette appena sfornata a gratis, e venderemo volentieri la nostra anima. Vive la France!

Per maggiori informazioni sugli eventi: http://www.bastilledaynyc.com

Foto Credits: Anna Fisher

Altri Articoli:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *