C’e’ una e una sola cosa che i newyorkesi odiano piu’ dei turisti: i turisti che camminano lenti e ingorgano i marciapiedi. Blocchi di persone che ad un certo punto si fermano in mezzo alla strada o che, ancora peggio, accorgendosi all’improvviso di essersi persi, tirano fuori una cartina che quando aperta tutta occupa tutto il marciapiede.

Per ovviare a questo piccolo problema — il quale, ammettiamolo, tutti abbiamo dovuto affrontare almeno una volta, da una parte o dall’altra — il gruppo creativo Improv Everywhere ha dato il via ad un’iniziativa in cui tre persone si fingevano addetti ai lavori di strada, e tracciando una linea sul marciapiede che divideva “New Yorkers” e “Tourists”, dirigevano il traffico spedendo gli ignari passanti da una parte o dall’altra.

Il simpatico trucchetto ha generato molto chiacchiericcio in internet, oltre ad alcuni episodi esilaranti come quello in cui un turista si e’ lamentato dicendo di riuscire a camminare veloce, sentendosi ribattere: “No, e’ statisticamente provato che lei, essendo turista va troppo piano per questa parte del marciapiede.”

A riprova dell’odio profondo del newyorkese medio per i turisti, segnaliamo anche:

– la mappa anti turista per scoprire quali sono le zone calde da evitare: trovata qui.

– la maglietta “Go “Heart” Your Own City”: acquistabile qui.

In conclusione, vi preghiamo: mentre gironzolate per New York, ricordatevi di accostare al ciglio del marciapiede nel caso sentiste l’urgenza di controllare la cartina o di fare una foto. E non dimenticatevi la freccia!

Altri Articoli:

3 Comments on A New York i Turisti si Evitano

  1. Fusion
    10 giugno 2010 at 10:39 (7 anni ago)

    Che cosa brutta avere la cartina a portata di mano, meglio perdersi, anche se a ny perdersi non è facile…

  2. iNewYork.it
    11 giugno 2010 at 09:02 (7 anni ago)

    Grazie per i commenti!
    @Fusion: Hai assolutamente ragione! Perdersi e’ la tattica migliore per visitare una citta’!
    @sp1marco: si, e’ uno studio per capire dove tutti (non solo i turisti) scattano piu’ foto a New York – ma come dicono nell’articolo al link, lo studioso e’ riuscito a differenziare foto scattate da individui presenti a New York da piu’ o meno di un mese: i pallini rossi rappresentano i turisti, i blu gli autoctoni — e sebbene la cartina possa essere utilizzata per capire molte sottigliezze sociologiche di New York (ad esempio quali siano i monumenti piu’ fotografati dagli autoctoni vs. quelli dai turisti), i newyorkesi snob la usano come mappa antiturista 😀 Abbastanza conveniente 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *