Passare l’estate a New York e’ un po’ come, per un bambino, passare l’infanzia nella piscina di palline dell’Ikea: una goduria infinita. Ovviamente non mi riferisco alle temperature, che a volte sfiorano i quaranta gradi all’ombra, con tanto di umidità del mille per mille. Mi riferisco invece alla quantità immensa di attività da fare. Che poi […] Read more…